mercoledì 18 aprile 2012

vorrei il minimo




Fino a quando non si fa un trasloco (o simile) o non si decide di imbiancare e svuotare la casa non ci si rende davvero conto della quantità immensa di roba che siamo riusciti a infilare negli armadi, sulle mensole, nei cassetti...
Il mio ultimo risale a soli quattro anni fa e vi assicuro che non riesco a spiegarmi come la mia piccola casa possa contenere una tale quantità di oggetti, vestiti, giochi e... milioni di cose che neppure ricordavo di aver conservato.

Ora, sarà che non ne posso più di sistemare, spostare, pulire. Sarà voglia di fare luce e di fare spazio. Ogni sera quando rientro vorrei solamente aprire la finestra e gettare tutto fuori.

Mi serve davvero tutta quella roba? Posso vivere con la metà di tutto questo? Vorrei avere davvero il coraggio... chissà non sia la volta buona per arrivare alla casa minimal. Il minimo. 

I libri però non posso toccarli. Sia i miei, sia i (tanti) comprati alla schiaffina.
Minimal, ma con grande libreria.

6 commenti:

  1. Si sono d'accordo con te. La grande libreria però ci deve essere. Forse affronterò anch'io un trasloco a breve, coglierò l'occasione per potare (e magari ti chiederò anche qualche consiglio!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. naturalmente, sono a tua disposizione!

      Elimina
  2. Sono un bel po' di mesi che cerco di mettere ordine in casa mia e di dare a ogni cosa il proprio posto e lo faccio sempre con il secchio della spazzatura a portata di mano!!!

    RispondiElimina
  3. Ma quanto hai ragione.
    Viva il minimal!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e aggiungo: occorre la metà del tempo per fare le pulizie!

      Elimina